Sandwich di salmone

Chi ieri ha ascoltato il mio consiglio di cucinare del salmone alla piastra in più, oggi potrebbe prepararsi per pranzo questi splendidi sandwich.

20150413-102001.jpg
Si fanno tostare leggermente 4 fette di pancarrè integrale, se ne spalmano 2 con una cucchiaiata di salsa tartara (https://silvarigobello.com/2015/03/04/salsa-tartara-e-analogie-bizzarre/), si coprono con una foglia di lattuga spruzzata con succo di limone e qualche goccia d’olio.
Si taglia a fettine un piccolo trancio di salmone grigliato (perfetto quello della ricetta di ieri) e si distribuisce sulla lattuga, si aggiungono 4 fette di pomodoro ramato, 1/2 avocado salato, pepato e cosparso di succo di limone e si chiudono i sandwich con le altre 2 fette di pancarrè, anche queste abbondantemente spalmate di salsa tartara.

Un sandwich o un’insalata sono il mio modo preferito di pranzare, nonostante l’atteggiamento rassegnato di mio marito che aspira sempre ad un sostanzioso piatto di pasta.
Quasi mai comunque la mia soluzione per un pranzo veloce è banale: cucinare mi piace così tanto che faccio diventare speciali anche i panini.

Annunci

43 thoughts on “Sandwich di salmone

  1. Mamma mia!!! Pur essendo solo le dieci man mano che leggo del tuo sandwich sento salire pian pian un’acquolina in bocca che non mi darà pace finché non mi butterò a capofitto sul cibo. Ma nulla mi darà soddisfazione visto che ho in mente solo il tuo succulento sandwich!! Un caro abbraccio Bea

  2. A me piace tantissimo fare panini, infatti Federico dice che se andassi a lavorare in un bar sicuramente farei raddoppiare i clienti se si spargesse la voce dei miei panini originali.
    Solo che, avendo lavorato sia nei bar che in altri locali, quando ero più piccola, so bene come funzionano davvero le cose. Difficilmente ti fanno comprare ingredienti ricercati e tentare di usare l’estro, fondamentalmente per questi motivi:
    1 prosciutto e cotto, pomodoro e mozzarella e simili sono certi di venderli sempre, mentre le mie stranezze no;
    2 sarebbero una marea di ingredienti da gestire che se non andassero diventerebbero un costo inutile;
    3 La rapidità nella preparazione;
    4 prezzo di vendita e guadagno netto, se aumentano troppo il prezzo nessuno compra il panino, se non lo fanno ci guadagnano molto meno che con prosciutto e formaggio.
    Questa almeno è la mia esperienza relativa ai posti in cui ho lavorato.

    • Io seguo spesso il programma Eat Street, hai presente? Mia figlia sogna un furgoncino originale e personalizzato nel quale IO potrei preparare le mie fantasiose combinazioni… senza considerare che questa non è l’America!! Concordo con te che per mantenere la qualità delle proposte non ci sarebbe margine di guadagno. Inoltre, esauritosi lo slancio iniziale dettato dalla curiosità, si finirebbe col dover servire le banalità a cui accenni anche tu.
      Comunque continuo a preparare i miei panini per la gioia mia e dei miei cari!

      • Ed è la cosa migliore, rendere felici con il cibo le persone a cui vogliamo bene!
        Ti dirò una cosa che ti scioccherà forse, io non ho la TV. Vivo senza da quando convivo, quindi tanti programmi non li ho mai visti 😛
        Mi cerco spesso su internet le puntate di alcune cose che mi interessano e le guardo, se è di sky posso provare a cercarlo. Siccome mio fratello ha l’abbonamento a Sky mi ha dato, per il tablet, un accesso a Skygo.

      • E’ stata una cosa naturale, nemmeno una scelta. Quando siamo andati a convivere all’inizio ce l’avevamo, ma praticamente non la usavamo mai, pochi mesi dopo a mia mamma si è rotta la tv in cucina e gli abbiamo lasciato la nostra, da allora non l’abbiamo mai più comprata.

  3. Questo sandwich è una vera leccornia ed è addirittura riduttivo definirlo soltanto un panino vista la consistenza della sua farcitura.
    Alla prossima occasione riserverò un trancio di salmone proprio per gustarmi questa ricetta, la voglia deve essere soddisfatta.
    E’ proprio vero … anche i tuoi panini sono “panini speciali”! Da acquolina … per intenderci! 😉
    Un sincero abbraccio
    Affy

  4. Ecco la mia Silva, che buono il tuo sandwich, ho fatto spesa ed ho gli ingredienti, domani lo faccio, niente pasta, tuo marito e’ come il mio, 😀 vado a vedere l’altro post, tra ieri e oggi non sono stata al pc, baciotti cara, a domani, buonanotte, ❤

    • Lo sai vero, che cominciavo a preoccuparmi?! Meno male che ti sei fatta viva stanotte se no ero proprio in pensiero!
      Senza il post precedente non si può fare questo sandwich, brava dagli un’occhiata così vedi che almeno quella è una ricetta light.
      Ti abbraccio Laura, a domani.

      • 😀 lo so che ti preoccupi, stai tranquilla, ieri mi hanno messo il parquet in camera da letto, che bello!!! Poi metto la foto, oggi in giro tutto il giorno, ma Silva, non faccio il sandwich, faccio l’altra ricetta, sei un mito, ti adoro, ❤ Baci tesoro, ❤ notte!!!

  5. ben trovata cara Silva… chissà quante ghiottonerie mi sono persa in queste ultime settimane… ma sono finalmente approdata a casa mia, qui a Roma, e non c’è più traccia di scatoloni e il Piccolo esplloratore ha una cameretta meravigliosa adatta alle sue esigenze! sono felice… posso riapprocciare serena al blog-mondo! a presto, Nico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...