Capesante allo scalogno

Ci risiamo, eccomi qua a proporvi di nuovo le capesante, che sono un ingrediente decisamente nelle mie corde e che so preparare in molti modi diversi e tutti squisiti e stuzzicanti.
È la terza volta che ne parliamo, dopo i post del 17 ottobre e del 4 novembre, proprio per avere più alternative in previsione dei prossimi pranzi o cene di festa, che richiedono piatti un po’ speciali.
Quella di oggi è una ricetta semplicissima e succulenta, dal gusto intenso, che si prepara velocemente e si cuoce in forno.
Prevede che si utilizzino i molluschi senza toglierli dalla conchiglia, semplicemente liberandoli dalla sabbia e dalle cartilagini e sciacquandoli accuratamente.

20131129-085004.jpg

In una piccola ciotola si miscelano pangrattato e scalogno, sedano, prezzemolo e maggiorana tritati insieme, sale e pepe, succo e buccia grattugiata di limone e un filo d’olio.
Si distribuisce questa miscela sulle capesante e si infornano a 200 gradi per pochi minuti: 5 o 6.

Tutto qua, ma sono realmente squisite, in grado di accontentare soprattutto chi ama i sapori decisi, specialmente se le spruzzate con succo di limone, qualche goccia di salsa Worcestershire e le mangiate molto calde.
Insomma sono proprio da provare se avete in previsione di inserire le capesante nel menù Natalizio e siete stufi della semplice, classica gratinatura.

Annunci

16 thoughts on “Capesante allo scalogno

  1. Silva mi stai torturando con queste bellissime ricette. Non ci crederai ma ogni volta che mi sono messo in testa di cucinare le capesante non le ho mai trovate. E il bello è che non le ho trovate nemmeno per caso, quando non le cercavo. Ma prima o poi…
    🙂

    • Non era mia intenzione arrivare a torturare i miei fedelissimi, piuttosto stuzzicarli e incuriosirli. Grazie per i graditi apprezzamenti.
      Secondo me nella settimana che precede il Natale ogni pescheria offrirà valanghe di capesante, almeno qui da noi. Si tratta di un antipasto classico e irrinunciabile ed è per questo che sto testando diverse opzioni: odio la noia della ripetitività.
      Tu continua imperterrito con fiducia la non-ricerca, vedrai che sarai premiato!
      Buona serata.

  2. Elegante presentazione.
    Difficile resistere alla bontà e alla bellezza di questo piatto che leggendo bene tutto sommato non dovrebbe essere complicato a farsi. Una preparazione semplice ma dal risultato strepitoso soprattutto n una cena a base di pesce.
    Te la quoto senz’altro. 😉
    un abbraccio caldo

    • L’abbraccio caldo è proprio quello che mi ci vuole col gelo di oggi, cara Affy, grazie eh.
      La ricetta è davvero semplice, ma i sapori lievemente pungenti e piuttosto decisi ne fanno uno sfizio decisamente originale. Provala dai, che poi mi dici.
      Buona serata, amica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...