Camembert “au four” per stupire

Ormai fa caldo a sufficienza per cenare con riso freddo, roast beef, vitello tonnato, insalata russa, salmone, bresaola, queste cose qua insomma.
Per non banalizzare la serata, però suggerisco una nota calda, l’unica se si esclude il caffè a fine cena: il Camembert fatto leggermente fondere in forno, da spalmare su fragranti fettine di baguette.
Sarà una vera sorpresa per il vostro partner, dato che avevate annunciato una cena fredda, ma questo farà la differenza, soprattutto se accompagnato da un piccolo calice di Sauternes.
Secondo me anche questi tocchi, semplici ma non banali, geniali anche se elementari, contribuiscono alla buona riuscita non solo di una cena, ma alla lunga perfino di un rapporto!
Sono certa che il mio matrimonio funziona anche grazie a questi piccoli accorgimenti per vivacizzare i menù quotidiani di una coppia, poi naturalmente devi anche mettercela tutta in molti altri aspetti della vita a due, ma una coccola culinaria fa già la sua parte.

20150411-010038.jpg
Tornando al Camember, questa pseudo-ricetta l’avevo proposta anche l’anno scorso (https://silvarigobello.com/2014/07/14/camembert-al-forno) coi crostini all’aglio da intingere direttamente nel formaggio.
Oggi vi ricordo solo come procedere per fonderlo perché ho preferito servirlo in purezza, senza aromatizzarlo, anticipando la delicata portata principale costituita da una cheesecake al salmone.

Dopo aver estratto dalla sua inconfondibile scatola tonda di legno il formaggio, si scarta, si fa un taglio a croce sulla crosta e si rimette nella scatola senza il coperchio.
Si inforna a 180 gr per qualche minuto, oppure si passa al microonde, ma bisogna guardarlo perché non si afflosci. Quando diventa fluido e comincia a colare dal taglio, si serve con i cucchiaini per spalmarlo sul pane.

Questa idea potreste tenervela di riserva anche per una cena a buffet con ospiti in giardino o sul terrazzo, fa molta scena e non richiede grandi sforzi, però introdurre un piatto caldo dà un tocco molto elegante al classico menù di una cena fredda estiva e informale.
In genere a volte si offrono quasi a fine serata gli spaghetti aglio e olio o il risotto alla Parmigiana, vero? Noi però siamo più innovativi e creativi, quindi offriamo il Camembert au four, che con questo caldo sarà il “four” a microonde, naturalmente.
So per esperienza che alcune amiche vi odieranno, altre copieranno l’idea alla prima occasione, alcune vi faranno dei complimenti sinceri.
Decidete voi se volete correre il rischio…

Annunci

36 thoughts on “Camembert “au four” per stupire

      • io il problema c’è l’ho spesso ma se vuoi vederlo vai sul mio sito e scrivi vacherin in alto nella casella ricerca, adesso me lo ha dato, io penso perché faccio i titoli troppo lunghi, non so mi informerò per risolvere, comunque per il tuo adesso è ok…Buona Serata Silva aPRESTISSIMO

  1. Menomale che ho visto la foto adesso Silva, che voglia fa venire, sei tremenda, 😀 adesso mi tocca comprarlo e fare una coccola a mio marito, 😀 baci tesoro, sei una stupenda tentatrice, ti adoro, buonanotte, ❤

  2. Da noi quando fa caldo si mangia ancora caldo, mangiando fuori usando il barbecue. Però mi piacerebbe il camembert caldo tutto l’anno. Interessante l’idea di abbinarlo con Sauternes, mi piace questo vino liquoroso ma non l’ho mai assaggiata con camembert fuso. Hai ragione che la cucina è importante per un rapporto: da noi si disce che l’amore viene dallo stomaco!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...