Reginette con pomodori freschi e bottarga

Da quando la mezza età mi ha regalato diciamo questi dieci chili in più rispetto al mio peso di prima (peso-forma sarebbe proprio un’esagerazione, bisogna sapersi accontentare, dai) ho un sogno ricorrente.
Sono al mare ed ho appena fatto una nuotatina. Esco dall’acqua, mi sdraio sulla spiaggia per asciugarmi al sole e subito arrivano quelli di Greenpeace che cercano di ributtarmi in mare perché mi hanno presa per un cetaceo spiaggiato che ha perso l’orientamento.
Questo comunque non mi scoraggia dallo scegliere il mare per le nostre vacanze stanziali, che negli ultimi anni abbiamo sempre passato in Sardegna, dopo aver goduto di moltissime stupende spiagge del nostro fantastico Sud: in Puglia, in Campania, in Calabria e in Sicilia.
Dei tanti piatti mangiati con grande soddisfazione appena a nord di Cagliari c’è una pasta condita con pomodoro fresco e bottarga, semplice e saporitissima, di cui oggi vi do la ricetta.

20140602-003411.jpg
In un largo tegame faccio rosolare 2 spicchi d’aglio con qualche cucchiaiata di olio, 1 manciatina di pane grattugiato e 1 peperoncino intero.
Quando l’aglio è dorato, lo elimino e butto nel tegame 400 gr di pomodori tagliati grossolanamente a dadini e li lascio insaporire a fuoco vivace per qualche minuto con 1 pizzico si sale e di pepe.
Fuori dal fuoco, appena la salsa si è un po’ intiepidita, aggiungo 70-80 gr di bottarga di muggine grattugiata.
Verso nel tegame 350 gr di reginette lessate al dente e le faccio saltare con la salsa. Le distribuisco nei piatti e completo con un battuto di prezzemolo e basilico e qualche fettina sottile di bottarga.
Non serve nient’altro se non un giro d’olio a crudo e questo piatto dal sapore deciso e “regionale” si può portare in tavola con orgoglio.

Naturalmente le mie adorate reginette si possono felicemente sostituire con i malloreddus.

Annunci

23 thoughts on “Reginette con pomodori freschi e bottarga

  1. Buongiorno cara! Come sai adoro la bottarga, ma in effetti in questo accostamento non l’ho mai provata, è sempre un piacere prendere spunto da te!!!Buona giornata! claudia

  2. vado pazza per la bottarga sulla pasta ma deve essere di muggine perchè quello di tonno non è proprio di mio gradimento. Non l’ho mai abbinata ai pomodori quindi dovrò provvedere quest’estate in Sardegna. Mi piace anche tagliata a fettine sottili su crostini di pane cosparsa di buccia di limone. Mamma mia che voglia mi hai fatto venire.

  3. Ma tu non sei così! !!!! È terribile descrivere una donna così bella ed elegante come un cetaceo😫😟😬 Cmq noi donne, siamo sempre critiche con noi stesse, è la ns natura😭 Ma parliamo di questo magnifico piatto che sembra un fiore, ed immagino molto ma molto buono col pomodoro fresco e bottarga😋 Che bella la Sardegna, vorrei tornarci! !! ti abbraccio(davvero) e ti auguro un buon pm😚

    • È un piatto che faccio molto raramente in realtà, ma è fresco e squisito, un vero regalo della Sardegna al resto del mondo!
      Il mio pomeriggio è trascorso sereno e piacevole, proprio come mi hai augurato tu, carissima amica che minimizza i miei problemi di taglia!

  4. Non posso non gradire questo piatto.
    L’ingrediente fondamentale è la bottarga di muggine che qui in Sardegna è favolosa.
    Io personalmente l’apprezzo in piatti come questi ma per i cultori un filo d’olio è sufficiente.

    E comunqe mi accodo a quanto ha scritto Marilena… non crederò mai che qualcuno possa scambiarti per un cetaceo… 🙂
    🙂

    • Sai, accettare con umorismo e ironia la propria realtà, aiuta un sacco ad esorcizzare il timore dei mutamenti che si subiscono con l’età. Come dico sempre: invecchiare è terribile, ma è sempre meglio dell’alternativa!
      Tu comunque sei sempre la mia stella…

  5. Silva ma sei stupenda, altro che cetaceo, la tua ricetta e’ di una bonta’ unica, adoro la bottarga e questa tua ricetta me la sono segnata, un bacione e che voglia di mare!!! 🙂

  6. Accipicchia che bontà. 😆
    Ed è proprio con orgoglio che facciamo onore a questo piatto, un’eccellente ricetta da te presentata in modo superbo.
    Bravissima Silva, un abbraccione
    Affy

    • Grazie Angiola, lo sai che mi piace accompagnare le mie ricette con qualche ricordo o riflessione personale, per divertirmi e cercare di far divertire anche chi mi legge.
      Ahimè, il sovrappeso è un regalo della mezza età, indipendentemente dal blog…

    • Brava Manu, il piatto è semplice e molto saporito. Il gusto della bottarga è forte e particolare, se non hai tanta dimestichezza con questo ingrediente, magari grattugiane poca alla volta, puoi sempre aggiungerne (anche a fettine) una volta completato il piatto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...