Cacio e pepe (con la “zonta”)

“Cacio e Pepe” è uno di quei piatti che possono trarre in inganno perché a volte si tende a confondere la semplicità con la banalità.
Ma proprio perché si tratta di una ricetta povera, con solo tre ingredienti, richiede un’attenzione maggiore per essere perfetta.
Dunque il classico Cacio e Pepe si fa semplicemente scolando la pasta al dente per poi tirarla in tegame con un mestolo di acqua di cottura, pecorino romano e molto pepe nero entrambi macinati al momento.
In questo modo il condimento diventa cremoso senza l’aggiunta di nient’altro che la pazienza di mescolare in continuazione e dosare eventuali aggiunte di acqua calda fino a fine cottura.
E questa è la tradizione: un piatto basico e saporito.
Se però a questa base classica perfino chef come Heinz Beck e Oliver Glowing aggiungono rispettivamente gamberi marinati con il lime e polpa di ricci, ecco che il piatto diventa subito inedito e innovativo.
Fantastico, no?
Allora nel mio piccolo, anch’io ho fatto un’aggiunta. Semplice, equilibrata, personale.
Durante la mantecatura ho aggiunto alle mie penne qualche cucchiaiata di funghi trifolati.
Il risultato è stato un primo piatto dal sapore sapido e caldo, mitigato dall’aroma dolce e profumato dei funghi.

20140409-011243.jpgOgni aggiunta personale che ho sempre fatto ai piatti tradizionali, mia nonna la chiamava la mia “zonta” e ne sorrideva.
Questa parola, in dialetto Veronese, a me faceva venire in mente quello che mi raccontava la mia mamma sui venditori di castagnaccio, con la bicicletta e il tabarro, che davanti alla sua scuola, quando era una bambina, offrivano a richiesta un pezzettino in più di bole! Quella era la zonta.
Strana cosa la memoria…
Tornando a noi, i funghi trifolati che ho usato erano quelli buonissimi cucinati dalla mia consuocera Giulietta, quei pochi avanzati dal pranzo di Pasqua: semplici e squisiti champignon affettati e saltati in padella con olio, scalogno, aglio e prezzemolo.
Queste due ultime cucchiaiate dunque, le ho utilizzate per arricchire un piatto essenziale come “Cacio e Pepe” senza però stravolgerlo.
Il risultato mi ha convinta. Ha convinto anche voi?

Annunci

19 thoughts on “Cacio e pepe (con la “zonta”)

  1. ottima idea questa”zonta”. Son d’accordo con te . la cacio e pepe non si può e non si deve definire un piatto banale…è un signor piatto neppure tanto facile da fare perché la cremina può facilmente fare i grumi. Quindi W la cacio e pepe anche con la zonta

  2. Con la cacio e pepe ho litigato moltissimo prima di avere un risutato (quasi) perfetto. Come hai fatto notare, il piatto sembra semplice perchè ha pochi ingredienti ma serve una tecnica e una “sintonia” che si acquisisce solo con la pratica.
    E lo so bene perchè le mie prime prove sono state dei fallimenti completi al limide del cestino..

    La zonta di funghi mi piace molto, mitigano bene il sapore deciso del pecorino.

    Promossa! 🙂

  3. hai ragione cara amica! sembra un piatto semplice ma non è così…e devo dire che la prima volta che l’ho fatto mi è venuto male, perché lo avevo sottovalutato…invece ora è uno dei piatti che preferisco! che c’è di meglio quando si è con dei buoni amici di una bella caio e pepe? baci Silva!

  4. Cacio e pepe è uno dei miei preferiti e l’aggiunta di funghi mi ha convinta e dire che io su cacio e pepe sono una purista 🙂 Ma ho una richiesta personale da farti…un giorno prepareresti il risotto alla parmigiana? Non l’ho mai fatto e sarei curiosa di vedere come lo fai tu!
    Notte Silva

  5. Cacio e Pepe was a favorite dish of my Zio and we often shared a dish late at night after I came home, having spent the evening with friends. I cannot make this dish without thinking of those “Spaghettati”. So often your posts remind me of home. Thank you, Silva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...