Plumcake salati per il pic nic di Pasquetta

Ormai vi toccherà di sentirmelo dire di tanto in tanto: non manca poi molto a Pasqua e a Pasquetta!
Che si faccia o no la gita fuori porta, credo che una delle tradizioni da mantenere sia quella del pic nic di Pasquetta.
Gli anni in cui si passa la Pasqua al Lago, il Lunedì dell’Angelo pranziamo sul terrazzo con un buffet freddo che offre il vantaggio di poter essere preparato in anticipo e di non richiedere troppe formalità.
Uno dei piatti immancabili sono i plumcake salati, molto graditi, che si possono offrire anche tiepidi.
Me li ha fatti ricordare Marilena in the kitchen la settimana scorsa, quando ha pubblicato la ricetta di un plumcake appunto, molto gustoso.

20140310-010914.jpgIn queste occasioni ne faccio due o tre versioni, non di più perché nel forno non mi ci starebbero tutti insieme in un’unica infornata.
Dunque preparo la base, che è comune a tutte e tre le varianti che ho scelto oggi.
Emulsiono con le fruste elettriche 4 uova, 250 ml di latte, 150 ml di olio e 1 pizzico di sale.
Sempre aiutandomi con le fruste incorporo 400 gr di farina setacciata, 100 gr di parmigiano grattugiato, 1 bustina di lievito per torte salate e 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio.
Divido il composto in 3 parti.
A una aggiungo 50 gr di gherigli di noci pestati nel mortaio, 1/2 cucchiaino di timo secco, 100 gr di emmental grattugiato e 100 gr di mortadella di Bologna tritata.
Alla seconda incorporo 100 gr di salamino piccante affettato molto sottile, proprio a velo, 1/2 cucchiaino di origano, 150 gr di scamorza a cubetti, 30 gr di olive nere e 50 gr di pomodori secchi tritati insieme.
All’ultima unisco 100 gr di prosciutto cotto tritato grossolanamente, 100 gr di provolone grattugiato, 1 cucchiaino di prezzemolo tritato e 100 gr di funghi trifolati tagliuzzati a coltello.
Fodero i miei 3 piccoli stampi da plumcake con la carta forno inumidita e strizzata e verso in ognuno un composto.
Li livello e li inforno a 180 gradi per 40-45 minuti.

E mi fermo qui, ma se avessi un forno più grande e più stampi… ne potrei fare ancora almeno altri 3 tutti diversi.

Annunci

26 thoughts on “Plumcake salati per il pic nic di Pasquetta

  1. Io solitamente i pic nic di Pasquetta li evito. Negli anni mi sono reso conto che lo stress è maggiore del divertimento. Girare ore per trovare uno spazietto dove sedersi quano il giorno dopo è tutto deserto mi innervosisce.
    Detto questo non rinuncio a mangiare qualcosa di buono.. e la ta proposta mi sembra perfetta sia pe rme che per chi si lancia all’avventura. 🙂

  2. O al tavolo di casa o in un pic-nic a Pasqua non ce li possiamo proprio far mancare!
    Interessanti queste tre preparazioni salate dai gusti diversi, un bel tris di sapori. Piacciono tanto e piacciono a tutti.
    Evviva il plumcake, buono anche tutto l’anno! 😉
    un abbraccio Silva 😉

      • Ahahahah … la felpa! 😉
        Sono in ufficio ma non dimentico di affacciarmi alle porticine del cuore! 😆
        Le tue ricette sono talmente cariche di entusiasmo che è impossibile resistere, un bacione

  3. Io adoro i plumcake dolci e salati, mi lancio sempre in nuovi abbinamenti, li trovo perfetti per essere portati da amici, per cene informali e non , per pic nic, gite, da mangiare al posto del pane, per la durata che se conservati bene c’è per diversi giorni, insomma li adoro! A pasquetta vedremo che fare, gli ultimi anni tanta pioggia!!! buon pranzo

    • Grazie cara. Per potersi organizzare per Pasquetta bisogna attenersi al vecchio proverbio Veronese che citava mia nonna: “Se non piove sull’olivella, piove sulla brasadella”. Cioè se non piove la domenica delle Parme (giorno in cui si distribuisce l’Ulivo benedetto, cioè l’olivella), sicuramente pioverà la Domenica successiva, Pasqua (la brasadella era un’antica focaccia Pasquale). Purtroppo spesso ci azzecca!

  4. Adoro i rustici e questo e’ proprio il periodo, oggi per pranzo appunto ho fatto una ciambella rustica che presto vedrete:-)
    A Napoli e’ tradizione portare a pasquetta per le gite fuori porta il casa tinello:-)

    • Ma grazie! È un piacere immenso rendermi conto di essere seguita e… presa sul serio! Rileggiti le tre varianti e scegli quella più adatta ai tuoi gusti, oppure introduci nella base comune a tutti e tre i sapori che preferisci. Buon pomeriggio.

    • Esprimendo la tua preferenza per il plumcake con la mortadella hai svelato le tue origini!!
      Naturalmente io butto lì delle idee che ognuno può modificare a seconda dei propri gusti. Grazie Ines, sei sempre presente e gentile.

  5. Ottima l’idea di questi plumcake, perchè variano di gusto e ingredienti e a Pasquetta si possono mangiare anche se non si fa il picnic. Io, se il tempo lo permette, apparecchio in giardino e insieme alle torte salate, da noi si usa mangiare uova sode e insalatina di campo.
    Ciao Silva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...